PORTO SANT’ELPIDIO:scoperta casa di appuntamenti, in manette un 45enne del posto

L’uomo arrestato per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione

In tempi di crisi, si sa, ci si ingegna per ideare e realizzare nuove possibilità di guadagno. C’è chi si inventa un nuovo business e chi, nostalgico del tempo che fu, decide di far ritorno agli “antichi mestieri”. E’ quanto accaduto a Porto Sant’Elpidio, dove, un incensurato del posto, arrotondava il suo stipendio gestendo una casa di appuntamenti. Le indagini dei carabinieri, coordinati dal pm Raffaele Iannella, erano partite nello scorso mese di Agosto, a seguito delle segnalazioni di alcuni cittadini, che avevano notato uno strano andirivieni di persone in un appartamento abitato da tre ragazze di nazionalità rumena.

 

Per cogliere sul fatto il “neo imprenditore”, i militari hanno dato il via a una scrupolosa attività info-investigativa, conclusasi con l’arresto di R.C., 45 anni, per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. Da quanto emerso nel corso dell’inchiesta, pare che l’uomo ospitasse le tre lucciole in casa propria a scopo di lucro. Non è ancora chiaro se l’elpidiense prendesse parte all’attività di meretricio, ma il ritrovamento nell’abitazione di materiale sadomaso lascia supporre a un suo coinvolgimento diretto.

Non era raro, infatti, che in presenza di un cliente, l’uomo si intrattenesse in casa come se nulla fosse: un comportamento che avvalora l’ipotesi di una partecipazione volontaria del quarantacinquenne alle pratiche erotiche estreme.

Roberto Mattei

18 novembre 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook