“IN VINO VERITAS”, MARCHE E ABRUZZO PRONTE PER LA FESTA DEL BUON VINO ITALIANO

di Roberto Mattei

Si terrà il 28 e 29 maggio 2011 la 19° edizione di “Cantine Aperte”, la principale rassegna di degustazione vinicola italiana.
Non avete mai trascorso una piacevole giornata in compagnia all’insegna dell’allegria, del buon mangiare, ma soprattutto del buon vino? Allora segnatevi questo appuntamento sull’agenda:  “Cantine Aperte”  – 28 e 29 maggio 2011, in tutto il territorio nazionale.
Si tratta della più importante rassegna di degustazione vinicola per l’intero territorio italiano che, per due giorni, vede aprire al pubblico le sue cantine con il loro pregiato contenuto. Solitamente, l’evento prevede visite gratuite delle vigne e delle cantine in compagnia del produttore, merende con degustazione di prodotti tipici locali, canti, balli e, dulcis in fundo, del buon vino da sorseggiare in presenza di sommeliers professionali.

Alla manifestazione, che quest’anno giunge alla sua 19ma edizione, partecipano tutti i produttori soci del “Movimento Turismo del Vino”, che in Italia conta circa 900 cantine. Nel corso degli anni, l’interesse per questa vera e propria “festa del buon bere” è cresciuta in maniera esponenziale, attirando sempre più la curiosità di turisti e residenti, desiderosi di fare un’esperienza di grande valore culturale e artistico. Questo perché il vino, oltre ad aver ispirato gli artisti nel corso dei secoli, ricorda da sempre contesti di convivialità e aggregazione; è infatti dinanzi a una buona bottiglia di questo prezioso “nettare” che si incontrano amici e parenti, si discute, si gioca o si festeggia una data da ricordare.

Per due giorni, nelle cantine abruzzesi e marchigiane avremo l’opportunità di assaporare vini prestigiosi e d’annata, gentilmente offerti al nostro palato: Montepulciano d’Abruzzo, Trebbiano d’Abruzzo, Rosso Piceno, Rosso Piceno Superiore, Verdicchio e tanti altri nomi degni di una menzione ma che per motivi di spazio non pubblichiamo. Il tutto, come  vuole la tradizione contadina abruzzese e marchigiana, accompagnato dai piatti tipici locali: arrosticini di castrato, pecorino, salame, fave, dell’ottimo olio extravergine d’oliva su del buon pane casareccio cotto al forno a legna e, nel piceno, delle croccanti olive fritte all’ascolana.

Per maggiori informazioni e conoscere l’elenco delle cantine aderenti all’iniziativa è possibile consultare il sito ufficiale del Movimento Turismo del Vino, al seguente indirizzo web: http://www.movimentoturismovino.it/ .

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook