Ancona, topo d’appartamento “stanato” dagli agenti e arrestato

Provvidenziale la telefonata al 113 di un passante

E’ andata male a un anconetano di 46 anni, M.D., già noto alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio, che ieri pomeriggio, dopo aver forzato una finestra, si è introdotto in un appartamento di via Colleverde, nel quartiere Le Grazie di Ancona, per compiere un furto.

L’uomo, approfittando dell’assenza temporanea dei proprietari, è entrato nel giardino dell’abitazione e, con l’ausilio di una vanga, ha scardinato la persiana della camera da letto.

Una volta all’interno ha fatto man bassa di tutto quello che ha trovato e che poteva avere qualche valore, tra cui alcuni gioielli, oro catenine e collane. Decisiva la telefonata giunta al 113 poco prima da parte di un passante, che segnalava la presenza di un individuo dall’atteggiamento sospetto nell’orto della palazzina. La centrale operativa della questura ha subito inviato sul posto alcune squadre del reparto volanti, che hanno circondato l’edificio, braccando in breve tempo il ladro mentre cercava rocambolescamente di fuggire con al seguito la refurtiva.

Il materiale è stato quindi recuperato e riconsegnato al rispettivo proprietario. Sottoposto a perquisizione il malvivente è stato trovato in possesso anche di alcuni arnesi da scasso che sono stati prontamente sequestrati dagli agenti. L’uomo è stato rinchiuso nel carcere di Montacuto, a seguito dell’ordinanza di custodia cautelare emessa dal tribunale di Ancona dopo la convalida dell’arresto.

Roberto Mattei

24 marzo 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook