Maltempo: neve sulle Marche, preoccupazione per il ghiaccio

Chiuse scuole e uffici, fermo fino a domani mattina l’aeroporto regionale di Falconara,  attivato ad Ancona il centro operativo comunale della Protezione Civile.

Alla fine la tanto attesa neve è arrivata anche nelle Marche. In realtà, stando a quanto riportato dalle principali fonti di informazione meteo nazionali, le previsioni di questi giorni avevano fatto pensare a qualcosa di ben peggio; ci si aspettavano, infatti,  metri e metri di neve e temperature di diversi gradi sotto lo zero. La temperatura di certo è scesa, accompagnata anche da copiosi rovesci nevosi, ma niente di così eccezionale, visto che siamo agli inizi di febbraio, ancora in pieno inverno.

Da ieri sera, nevica incessantemente nelle cinque province marchigiane e da questa mattina anche le strade litoranee sono state totalmente imbiancate. In molti comuni sono al lavoro i mezzi meccanici spalaneve e spargisale della protezione civile e nell’entroterra non bastano più nemmeno gli pneumatici invernali ma si rende indispensabile montare le catene da neve. Disagi e rallentamenti di ogni genere, dal traffico dei veicoli ruotati a quello ferroviario nell’anconetano, con alcuni treni soppressi e fino a novanta minuti di ritardo. Chiuso a Falconara Marittima l’aeroporto regionale Raffaello Sanzio per l’impossibilità di ripulire la pista tra una nevicata e l’altra: l’aeroscalo resterà fermo fino alle 6 di domani.

Nel capoluogo dorico è operativo da ieri il Centro Operativo Comunale della Protezione Civile, una linea telefonica a disposizione dei cittadini per segnalare problematiche connesse col maltempo e richiedere interventi. Il numero, operativo dalle 8 alle 20 è 071-2.223074. Nell’ascolano, abituato da sempre a convivere con la neve e a fronteggiare emergenze di questo genere, non si segnalano al momento particolari difficoltà al traffico stradale o interruzioni di energia elettrica, come invece accaduto a nord della regione.

Secondo il parere dei meteorologi bisognerà aspettare ancora fino alla metà della prossima settimana per tornare a vedere qualche spiraglio di sole. Nel frattempo, la colonnina di mercurio scenderà ulteriormente con il rischio di gelate, motivo per cui i sindaci di molti comuni marchigiani hanno disposto la chiusura della scuole di ogni ordine e grado, con conseguente sospensione delle attività didattiche, per la giornata di domani.
Per chi viaggia, la Polstrada raccomanda prudenza e l’uso delle previste attrezzature invernali (gomme invernali e catene da neve).

Roberto Mattei

3 gennaio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook