Writers scatenati a Pesaro, “dipinta” anche la facciata del Rossini

Sono due giovanissimi. Rintracciati e identificati dalla polizia rischiano ora multe salatissime
Due ragazzi di 17 e 23 anni, sono stati denunciati dagli uomini della polizia di Stato perché ritenuti responsabili di una serie di graffiti realizzati sulla facciata del teatro Rossini, edificio risalente al XVII secolo e importante patrimonio storico-artistico per la città marchigiana.

Nella notte tra sabato e domenica, è sopraggiunta una chiamata al 113 da parte di un residente, che ha segnalato la presenza di due writers “in azione” sulle pareti di alcuni edifici del centro cittadino.
Sul posto è intervenuta una volante, ma, all’arrivo degli agenti, i giovani avevano già fatto perdere le loro tracce. I poliziotti, però, non si sono persi d’animo. Hanno avviato subito le ricerche e rintracciato in pochi minuti gli autori del barbaro gesto. Alla vista della polizia, i due hanno cercato inutilmente di occultare “il corpo del reato” – alcune bombolette di vernice spray utilizzate poco prima per realizzare i loro “capolavori incompresi” – ma le mani sporche di vernice non hanno lasciato dubbi circa il loro coinvolgimento nel fatto. Si tratta di un giovane originario di Bologna, già noto alle forze dell’ordine per reati simili e un minorenne del posto, incensurato.

Entrambi sono stati accompagnati in questura per gli adempimenti del caso e denunciati a piede libero per deturpamento di monumenti e beni artistici. Al termine delle operazioni di identificazione il 17enne è stato riaffidato ai genitori. Rischiano ora multe salatissime per risarcimento danni.

di Roberto Mattei

11 gennaio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook