La scuola marchigiana si rinnova: in arrivo WI-FI e lavagne multimediali interattive

di Roberto Mattei

Saranno implementati entro il 2012, i primi impianti di rete senza fili nelle scuole marchigiane. L’iniziativa, promossa dai ministri Renato Brunetta e Mariastella Gelmini, rientra nel progetto “Scuole in WI-FI” e consentirà ai terminali di utenza (computer, lavagne interattive, ecc.) di collegarsi tra loro attraverso una rete locale di tipo WLAN nonché di accedere a internet,  senza più vedere quegli ammassi di cavi caotici e antiestetici, che caratterizzavano le vecchie installazioni. Nella nostra regione 89 sono le scuole interessate (2808 in tutta Italia).

In questi ultimi anni, il crescente sviluppo tecnologico, ha visto aumentare in maniera enorme il ricorso a questo tipo di tecnologia che adesso si appresta a fare il suo ingresso negli istituti scolastici italiani. Già da diversi anni, gli studenti delle scuole inglesi vengono incoraggiati a utilizzare laptop e lavagne multimediali all’interno delle scuole, strumenti che sono diventati parte integrante della cultura scolastica. Tuttavia, le stesse scuole, i genitori e il personale, sono inconsapevoli dell’enormità di studi scientifici pubblicati, che evidenziano come le tecnologie mobili wireless, attraverso l’emissione di microonde, possano costituire un rischio per la salute, soprattutto tra i bambini.

Con ciò non vogliamo impaurire nessuno, visto che, per contro, non ci sono prove certe che “l’ellettrosmog” sia effettivamente dannoso al benessere psicofisico di un individuo. Il nostro scopo è come sempre quello di presentare i pro e i contro di quella che a prima vista può sembrare una buona notizia, in particolar modo in casi come questo, dove in ballo ci sono le vite di centinaia di migliaia di giovani. La speranza è cosi che politici, genitori e docenti possano prendere decisioni adeguate per la sicurezza dei nostri figli, vigilando costantemente sulla preservazione del loro stato di salute.

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook