La XXVII Biennale Internazionale dell’Umorismo di Tolentino esordisce con l’E-voting

La XXVII Biennale Internazionale dell’Umorismo di Tolentino esordisce con l’E-voting

Per la prima volta nella storia della manifestazione sarà possibile votare le opere in gara attraverso il web. Circa un migliaio i lavori presentati al concorso, da 55 Paesi diversi. Si potrà designare il vincitore fino alle 13 di venerdì 14 giugno.

biennale dell'umorismoFinalmente i social network e internet si rivelano utili alla divulgazione dell’arte.

Grazie a questi strumenti si può infatti avere un ruolo determinante nella scelta delle opere migliori di una mostra, dello spettacolo vincente in un concorso, della fotografia più rappresentativa in un contest. Il “come” è presto detto: basta un clic ed è fatta, avete espresso la vostra opinione. La fruizione rompe i limiti dell’osservazione.

I festival contemporanei di arte sfruttano da tempo questa possibilità, dando all’utente l’occasione di partecipare al giudizio delle opere, solitamente affidato a personale tecnico e qualificato.

La “Biennale Internazionale dell’umorismo nell’arte” di Tolentino è una di quelle manifestazioni che aderiscono al filone del giudizio on-line. Fino al 14 giugno, ciascuno di noi ha il potere di votare la sua opera preferita tra le 6 finaliste del concorso “O combatti o scappi (oppure ridi)”, tema che affronta le possibilità che l’uomo ha di fronte ad un problema o una preoccupazione. Solitamente o la si combatte, o si scappa, senza considerare che si può anche ridere di una brutta situazione.

Con ben 900 opere provenienti da 55 paesi diversi, la Biennale si afferma come manifestazione internazionale, volta alla scoperta di artisti contemporanei e attenti all’espressione artistica digitale.

Ridiamo e clicchiamo dunque, partecipiamo anche noi alla scelta dell’artista migliore, di chi ci ha fatto ridere di più.

di Marina Mannucci

4 giugno 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook