Deutsche Bank multata per 31 mln di dollari: “Ha favorito l’evasione fiscale”

Deutsche Bank multata per 31 mln di dollari: “Ha favorito l’evasione fiscale”

Una divisione della Deutsche Bank ha raggiunto un’intesa con le autorità Usa per il versamento di una somma, a titolo di multa, pari a 31 milioni di dollari. L’esborso servirà per archiviare le accuse di avere favorito clienti americani ad evadere le tasse. L’accordo è stato siglato nell’ambito dello “Swiss bank program”, cominciato nel 2013 e finalizzato a portare gli istituti di credito a risolvere contenziosi con i governi in materia di evasione fiscale.

“Deutsche Bank Suisse ha offerto una gamma di servizi e ha permesso alcune pratiche che sapeva avrebbero aiutato i contribuenti usa a nascondere asset e redditi” all’internal revenue service, l’equivalente americano della nostra Agenzia delle Entrate. È quanto si legge in un comunicato diffuso ieri dal dipartimento di giustizia, secondo cui Deutsche bank suisse, con sede a Ginevra, ha favorito i contribuenti americani ad evadere le tasse al fisco statunitense per cinque anni a partire dall’agosto 2008. Stando a quanto affermato dal dipartimento stesso, la divisione svizzera della banca registrava 1.072 account legati a clienti statunitensi, con un valore massimo di 7,7 miliardi di dollari.

Come parte del patteggiamento, Deutsche bank ha dovuto fornire alle autorità una serie di informazioni sugli account e ha dovuto chiudere quelli intestati a soggetti che non hanno rispettato i loro doveri nei confronti del fisco americano. Secondo il dipartimento di giustizia, il gruppo tedesco ha fornito una preziosa cooperazione nelle indagini.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook