Napoli: c’è la Coppa America, il traffico va in tilt…

nap traffNon è iniziata nei modi migliori la prima giornata del nuovo dispositivo di traffico, a pochi metri dal villaggio dell’America’s Cup, in corso di svolgimento nelle acque del golfo di Napoli. I napoletani, fin dalle prime ore del mattino, hanno dovuto cambiare abitudini e percorsi. Semafori spenti, come quelli di piazza Sannazzaro hanno creato blocchi e rallentamenti proprio al centro della piazza.

Nonostante il potenziamento del servizio dei Vigili Urbani in strada, notevoli sono stati i disagi in via Crispi, in via Giordano Bruno (Mergellina) strada che era stata chiusa al traffico per motivi di sicurezza all’indomani del crollo di un’ala di un edificio in via Riviera di Chiaia.

La modifica del percorso dei mezzi pubblici provenienti da piazza Sannazzaro che hanno percorso via Giordano Bruno nell’immettersi nella stradina di via dei Pergolesi ha solo complicato la vita degli autisti dei mezzi pubblici. Non era meglio a questo punto, viste le difficoltà logistiche con una strada così stretta, far svoltare i mezzi pubblici nella precedente piazza Sannazzaro, ed istituire una navetta per completare poi il percorso fino al village dell’America’s Cup?

Purtroppo ancora una volta gli incompetenti stanno al vertice del Palazzo. “A Napoli, le decisioni spesso vengono prese senza nessun nesso. A pagare sono sempre i più deboli e la gente comune – ci ha detto un viaggiatore della linea Anm 140 – Non è facile per i pullman immettersi in via Gramsci, svoltando in una strada cosi piccola come via Pergolesi. Il cambiamento purtroppo invece di migliorare il traffico ha creato solo caos e ulteriori blocchi. La soluzione migliore? Speriamo che l’America ‘s Cup finisca presto…”

Luigi Rubino
20 aprile 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook