Venezia a Napoli. Il cinema esteso è sbarcato in città.

Venezia a Napoli. Il cinema esteso è sbarcato in città.

“ALL THIS VICTORY” è il titolo del primo  film della IX edizione della rassegna cinematografica “Venezia a Napoli” presentato ai giornalisti al cinema “Astra” di Napoli. La rassegna, tratta dalla Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, intende offrire film inediti, molto vicino alla realtà, non solo ai semplici spettatori amanti della pellicola,  ma anche agli studenti universitari che intendono approfondire le tematiche del cinema sotto diverse angolazioni.

La rassegna, partita oggi, durerà fino al 28 ottobre. Quotidianamente, saranno proiettati film di vario genere in esclusiva in diverse sale cinematografiche della città: Astra, Modernissimo, La Perla, Magic Vision,( Casalnuovo) Pierrot, Istituto Francese, Vittoria (Aversa) e Vittoria (Napoli).

Alla presentazione del film “All this Victory” oltre ai giornalisti, presenti anche gli studenti del secondo anno del Corso critica ed analisi audiovisivo dell’Accademia “Belle Arti di Napoli, guidati dal prof. Diego Del Pozzo.

Il film “All this the Victory” ( Jeedar El Sol) del regista Ahmad Ghossein, famoso per aver diretto diversi documentari, cortometraggi e video, ha tra gli interpreti principali: Karam Ghossein, Adel Chahine e Boutros Rouhana.

Vincitore del Gran Premio Settimana Internazionale della Critica – SIAE, premiato dal Pubblico con il sostegno del Comune di Taranto, il film si è anche aggiudicato il premio Mario Serandrei per il miglio contributo tecnico.

La trama:

Ambientato in Libano nel luglio del 2006, la pellicola si sofferma sulla guerra tra HEZBOLLAH ed ISRAELE. Durante un cessate il fuoco di 24 ore, MARWAN si reca in auto, alla ricerca del padre, percorrendo sentieri sconnessi e strade dissestate dai bombardamenti israeliani. Il padre rifiuta però di lasciare un piccolo villaggio nel sud del paese. Appena la tregua si interrompe, Marwan si ritrova sotto una pioggia di bombe ( che rimbombano con perfetta scelta tecnica anche in sala n.d.r) e si rifugia in una casa lontano dal grande centro cittadino, da dove spesso si scorge non solo fumo nero, ma anche lampi di fuoco provocati dall’incessante bombardamento nemico. All’improvviso un gruppo di soldati israeliani irrompe nella casa, Intrappolati dalle mura e con la paura addosso, il gruppo di rifugiati vive tre giorni da incubo. Uno di loro e perfino una mucca vengono uccisi dalle truppe israeliane.

“All This Victory” è il primo lungometraggio in lingua originale e tradotto poi per iscritto in lingua italiana sullo schermo, del regista Ahmad Ghossein.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook