Il ministro Ornaghi in visita a” Città della Scienza.” Chiunque ha a cuore la cultura doveva passare da qui.”

Una stretta di mano con Vittorio Silvestrini, presidente di Città della Scienza, poi il ministro dei Beni  Culturali Orenzo Ornaghi, accompagnato dal presidente del Consiglio Superiore per i beni culturali, Francesco De Sanctis, ha iniziato la sua giornata a Napoli, visitando la struttura, distrutta lo scorso 4 marzo da un incendio ” La ferita inferta a Napoli è una ferita inferta alla scienza e alla cultura – ha detto l’esponente di governo. Chiunque ha a cuore la cultura – ha proseguito l’esponente governativo – doveva passare di qui e portare un impegno fattivo e credibile di collaborazioni future.”

Il ministro Ornaghi ha poi discusso con i rappresentanti dei lavoratori di Città della Scienza sulla drammatica situazione in atto tra le maestranze della struttura che non percepiscono lo stipendio da tempo.” “Al di la della valenza culturale di  Città della Scienza – ha detto invece il presidente del Consiglio Superiore per i beni Culturali, De Sanctis – c’è anche un intero territorio che è oggetto fondamentale del nostro interesse”.

Nel pomeriggio, il ministro Ornaghi si è recato poi a Caserta per discutere sul futuro e il rilancio della Reggia Vanvittelliana, simbolo storico della città campana e dell’intera cultura del nostro Paese. 

L.R.

20 marzo 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook