Convegno a Napoli sulla sanità: ” Regioni in piano di rientro: verso una nuova governance”

Convegno a Napoli sulla sanità: ” Regioni in piano di rientro: verso una nuova governance”

“Regioni in piano di rientro: verso una nuova governance” è il titolo del Convegno sulla sanità che si è svolto a  all’Hotel Continental di Napoli. All’incontro hanno partecipato Raffaele Calabrò, presidente onorario Fois, il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, Silvestro Scotti, presidente dell’Ordine dei Medici di Napoli, Vincenzo Santagada, presidente dell’Ordine dei Farmacisti e i Commissari governativi per l’attuazione del piano di rientro. Al dibattito è intervenuta in video conferenza il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin.

Prima del Convegno, molti lavoratori sotto varie sigle, alcuni dei quali appartenenti a centri sociali di sinistra, hanno dato vita ad un sit- in di protesta davanti l’albergo per protestare contro i diritti negati della sanità.

“Qualcosa va cambiato – ha detto il  ministro Lorenzin in video conferenza. Dopo 10 anni dall’introduzione dei piani di rientro, occorrono obiettivi certi. Vorrei che nel 2018, molte regioni, uscissero dal Commissariamento, come è accaduto per l’Abruzzo. Avevamo previsto un nuovo meccanismo sul riparto del fondo sanitario, ma le Regioni non hanno trovato l’intesa. Tutto questo – ha detto la Lorenzini – si potrà risolvere solo con il referendum.” Importante lo smaltimento delle liste d’attesa, in particolare quelle delle regioni del Centro – Sud. Non è semplice, quando la salute viene vista con i numeri. I numeri sulla carta sono persone. Ognuno ha la sua storia. In tutta Italia la rete dell’urgenza riesce ancora a fare un lavoro straordinario. Dobbiamo lavorare ancora. Si deve arrivare in ospedale solo se necessario, creando alternative di soccorso in luoghi appropriati, con modelli organizzativi che soddisfano le esigenze dei cittadini”.

” Ce la possiamo fare. Quando siamo partiti per togliere le barelle al Cardarelli non ci credeva nessuno – ha detto il presidente De Luca ai nostri microfoni. Certamente, dobbiamo migliorare le liste di attesa, le prestazioni e rientrare dal piano di rientro entro un anno. Il malaffare? Lo possiamo eliminare – ha precisato De Luca. Abbiamo eliminato parassiti alla Napoli 3. Non ci sarà nessun licenziamento. Con un minimo aggiustamento finanziario possiamo dare risposte serie per garantire il servizio ai cittadini nei centri di riabilitazione, laboratori e cliniche private, in un contesto di trasparenza e correttezza”.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook