Napoli al voto: il parere dei cittadini…

I pareri di alcuni elettori napoletani raccolti a caldo nei pressi delle circoscrizioni elettorali della città

Sono 771.619  i napoletani chiamati alle urne. Gli elettori che votano per la prima volta sono 20.427. La votazione è iniziata stamane alle 8,00 e proseguirà fino alle 22,00 di stasera. Riprenderà poi domani lunedi alle ore 7,00 per concludersi poi alle 15,00. Subito dopo ci sarà lo spoglio. In un breve sondaggio effettuato dalla nostra testata giornalistica i davanti ai seggi elettorali, cittadini appaiono scettici sul futuro dell’Italia e sulla capacita dei politici di dar dar vita ad un governo che risolva i numerosi problemi del Paese. “Mi auguro che  questo voto cambi le cose – dice Fiammetta. ” Secondo me non cambierà nulla – replica Mario, pensionato. “Spero che si cambi, anche se non ci credo molto.

Tutto i lavoratori sono penalizzati. Bisognerà dar possibilità alla classe media di poter acquistare e migliorare l’economia – aggiunge Maria Rosaria, impiegata. In Italia c’è troppa confusione. La politica è diventato purtroppo un commercio – dice un pensionato di 85 anni. “In Italia, prima di tutto deve cambiare il cittadino.- Manca soprattutto il senso civico. Nessuno ti aiuta”- precisa Brunella. “I politici sono li, in Parlamento a riempire le loro tasche – è la critica di Luigi, 30 anni disoccupato da dieci anni. Io sto qui, ho accompagnato un amico, ma non voterò, come giusto che sia. I politici? Tutti fanno suonare la sveglia al momento delle elezioni. Poi più nulla…”

esclusiva di  Luigi Rubino
24 febbraio 2013

 

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook