Svelato l’assassino della donna uccisa in casa a Maddaloni: autore il figlio che ha confessato

L’assassino  di Agnese Maria Coscia, la donna uccisa venerdì scorsa nella sua abitazione in un edificio al quarto piano in pieno centro a Maddaloni ( Caserta) ha finalmente un nome. A confessare è stato il figlio Manlio Spagnuolo di 26 anni che ha raccontato alla polizia di aver ucciso la madre, con l’aiuto di un complice, Francesco De Santi di 30 anni. Spagnolo, che si recato in Questura con l’amico e i due rispettivi avvocati, ha detto davanti agli agenti di aver preparato la rapina e ucciso  la donna con circa trenta coltellate, dopo che questa, svegliatasi dal sonno, si era accorta di quanto stava succedendo in casa.

Una parte della denaro e gioielli rubati, che servivano molto probabilmente a Spagnolo per procurarsi la droga, perchè tossicodipendente, sono stati recuperati dalla polizia nell’abitazione del complice.  I due giovani, rinchiusi ora nel carcere di Santa Maria Capua Vetere, sono stati arrestati con l’accusa di omicidio aggravato e rapina.

L.R. (redazione Napoli)
17 febbraio 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook