Napoli: duro colpo alla Camorra. Arrestate 40 persone

Tra il gruppo appartenente al clan “Sacco – Bocchetti,” finito in carcere ci sono sei donne che si occupavano dello spaccio della droga e della gestione economica del clan.

La squadra mobile della Questura di Napoli, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia della città partenopea, ha inferto un duro colpo al clan camorristico ” Sacco -Bocchetti,” che agisce nella zona nord del capoluogo campano, tra i quartieri S. Pietro a Patierno e Secondigliano.

Quaranta le persone arrestate, tra le quali figurano anche sei donne tra cui spicca Concetta Caso, moglie di Costanzo Apice, già dietro le sbarre, per associazione camorristica ed omicidio e il 57enne Vincenzo Esposito, detto ” o porsche”, zio di Biagio Esposito, appartenente al gruppo camorristico Amato- Pagano e suocero di Fabio Magnetti del clan “Girati” che attualmente è in carcere. Nel corso dell’operazione, la polizia ha inoltre sequestrato beni mobili ed immobili, aziende, molti conti correnti e libretti di deposito. Un ruolo importante, secondo quanto è emerso dalle indagini, veniva affidato alle donne, alle quali spettava di spacciare la droga e controllare la contabilità. Per tutti gli arrestati, l’accusa è quella di associazione mafiosa, finalizzata al traffico di stupefacenti.

G.R.

13 febbraio 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook