Casal di Principe, confiscati beni ad ex Consigliere comunale Corvino

Casal di Principe, confiscati beni ad ex Consigliere comunale Corvino

Politica e Camorra un intreccio che in Campania sembra non aver fine. La conferma arriva dall’ultimo operazione anticamorra eseguita dalla Dia di Napoli che ha confiscato ben 6 milioni di euro all’ex Consigliere  comunale di Casal di Principe (Caserta), Luigi Corvino. L’ex Consigliere, 49 anni, venne eletto con 531 preferenze nelle file di Forza Italia alle elezioni comunali del 2007 e nel 2011 fu arrestato, insieme a 57 persone, accusate di associazione a delinquere di tipo camorristico, estorsione, turbativa delle operazioni di voto, mediante corruzione e/o concussioni  elettoralli, truffa allo Stato, abuso d’ufficio, falso in atto pubblico, riciclaggio e reimpiego di capitali provenienti da atti illeciti; reati che avrebbero poi agevolato i clan dei Casalesi. Corvino, secondo la Dia, forniva un sostanziale aiuto soprattutto con l’assunzione di persone raccomandate dal clan, sostenendo anche interessi economici negli appalti e nelle forniture dell’edilizia. All’ex Consigliere comunale, è stato anche notificato un obbligo di soggiorno per 2 anni e 6 mesi. Nell’operazione sono stati sequestrati beni immobili, terreni, due autoveicoli e 19 rapporti finanziari in provincia di Caserta, Minturno,(Latina) e Milano.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook