Napoli: operazione “Alto impatto”contro la camorra e la droga nel quartiere Secondigliano

Durante il blitz, che ha visto impegnati 200 uomini tra Carabinieri, Polizia e Finanza in due zone a nord e a sud del rione Berlingieri, arrestate 4 persone.

Una vasta operazione contro la criminalità e lo spaccio di droga ” denominata “Alto impatto” è stata organizzata, in azione congiunta, da Carabinieri, Polizia e Guardia di Finanza a Secondigliano, quartiere periferico  a  nord di Napoli. Al maxi  blitz hanno partecipato 200 uomini che hanno setacciato accuratamente la zona. Particolarmente controllato il rione Berlingieri, dove poco più di una settimana fa, è stato ucciso Gennaro Spina 26 anni, esponente camorristico, facente parte del gruppo dei “Girati” di  via Varella Grassi, in lotta con l’altro gruppo che impera nella zona, tra Scampia e Secondiglino, cioè quello degli ” Scissionisti.

“Controlli meticolosi sono stati effettuati dalle forze dell’ordine in molte case popolari, note con il nome di “Vela celeste” e “Case celeste”in via Vanella Grassi e Comparto H. Durante l’operazione sono stati effettuati numerosi blocchi stradali e perquisite molte auto, impiegati unità cinofile ed elicotteri per scovare i nascondigli della droga, Vigili del Fuoco ed operatori dell’Asia, con i quali è stato possibile abbattere cancellate, filo spinato, disinstallare telecamere e altro; ostacoli che evidentemente servivano ai spacciatori per difendersi da eventuali ed improvvisi attacchi delle forze dell’Ordine. Quattro le persone arrestate. Nell’operazione sono state anche sequestrate armi calibro 9 x 19 parabellum e rinvenuta una somma di  3mila euro ( molto probabilmente l’incasso della vendita della droga) in un appartamento, nascosta dietro un armadio.

L.R

31 ottobre 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook