Napoli: scoperte armi in una chiesa e sequestrata droga in Comunita’ di recupero.

Incredibile scoperta dei Carabinieri di Napoli che, questa volta, hanno addirittura rinvenuto un piccolo arsenale nella chiesa di Maria S.S. degli Angeli, a Miano, quartiere periferico a nord di Napoli, a poca distanza dalle zone di Scampia e Secondigliano, dove da tempo è in atto una vendetta a colpi di arma da fuoco tra i gruppo camorristico dei ” Scissionisti” e i cosidetti “girati,” appartenenti alla gang di Via Vanella Grassi.

I militari, durante un attento controllo, hanno trovato in un’intercapedine, dietro l’altare, ben 7 pistole e oltre 250 cartucce. Nella stessa operazione, in una comunità di recupero, i carabinieri hanno poi sequestrato, nei pressi della chiesa, 150 grammi di droga ( marijuana) e materiale necessario per la sua commercializzazione. Uno dei detenuti, agli arresti domiciliari, Cortese Luca di 30 anni, è stato arrestato perchè sorvegliava con telecamere speciali gli accesi al centro della Comunità, il secondo, Francesco Comune di 36 anni, finito sempre in manette, invece è stato trovato in possesso delle chiavi di accesso della chiesa. Il materiale ritrovato e in particolare le pistole dovranno essere esaminate dal RACIS di Roma che svelerà se le armi siano state utilizzate in atti criminosi. Sull’episodio, piuttosto meravigliato è apparso il parroco della chiesa, Francesco Caracciolo il quale, in una sua deposizione ai Carabinieri, ha spiegato che le chiavi le aveva date a Francesco Comune prettamente per eseguire la pulizia ed anche alcuni lavori di manutenzione.

L.R.

18 ottobre 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook