La città prepara il Natale dei poveri. Tante le iniziative…

La città prepara il Natale dei poveri. Tante  le iniziative…

images (10)Anche quest’anno a Napoli ci sarà il consueto appuntamento Natale per i Poveri. Tutto inizierà il 24 dicembre, giorno della Vigilia, quando in Galleria Principe, al Museo, nel cuore della città, ci sarà il pranzo per le famiglie disagiate. A dare sostegno ed aiuto a coloro che soffrono e che non hanno grandi possibilità economiche saranno la Comunità di San Egidio, gli amici della Galleria del Museo, i padri “Rogazionisti” dei Colli Aminei, la Caritas e la Curia di via Duomo. Al lungo tavolo che sarà preparato in Galleria siederanno ben 500 persone; barboni,senza tetto, senza lavoro, stranieri e purtroppo anche professionisti separati. Tutti, comunque, potranno partecipare. Non ci sarà bisogno di invito o di raccomandazione. Al banchetto dei poveri prevista anche la partecipazione di donne ucraine, polacche e russe, ma anche gente del Marocco,Tunisia e Algeria, senza distinzione di religione. Il menù scelto non è male: antipasto con prosciutto crudo e mozzarella, poi pennette al pomodoro, fritturina di calamari e gamberetti, rollè di tacchino e broccoletti di Natale, con vino, acqua minerale, frutta e porzioni di Panettone. E non finisce qui perchè, a fine pranzo, verrà offerto a tutti i convenuti un bustone di alimenti. A porgere gli auguri ai partecipanti sarà il sindaco De Magistris. Nel giorno di Natale toccherà poi alla Comunità di San Egidio offrire il pranzo in varie chiese del centro storico, mentre ai Colli Aminei i Padri Rogazionisti cercheranno di regalare un piccolo sorriso ai tanti stranieri poveri. In periferia, nel quartiere Chiaiano, invece, la Caritas offrirà sostanziosi pacchi – viveri; segno tangibile che la povertà in periferia aumenta sempre di più.

Elio Guerriero

20 dicembre 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook