Dieta Mediterranea, presentate le linee guida

Dieta Mediterranea, presentate le linee guida

Carni-lavorate-cancerogene-la-lista-nera2Esperti di dieta mediterranea a confronto nella conferenza stampa che si è tenuta a Napoli, alla clinica “Hermitage” di via S. Rocco a Capodimonte. All’incontro con i giornalisti hanno partecipato numerosi medici. Presenti: Vincenzo Bonavita, Salvatore Panico, Vincenzo Zappia, Gianluigi Russo e Mario Mancini, autore di una recente pubblicazione di un volume proprio sulla dieta mediterranea.

Interessanti le 800 ricerche, svolte negli ultimi 20 anni dall’IARC, un acronimo dell’Agenzia Internazionale sugli studi del tumore dell’OMS ( Organizzazione Mondiale della Sanità) sull’eccessivo consumo di carni rosse che provocano seri danni al nostro corpo. Molta attenzione va quindi fatta alle carni trasformate come salsicce, wurstel, salumi e derivati che sono stati inseriti nel gruppo Uno delle sostanze cancerogene che causano tumori.

Nel corso della conferenza, ai presenti è stato distribuito un vademecum molto utile per una sana e più giusta alimentazione. Gli esperti sostengono che bisogna prediligere una dieta a base di vegetali non raffinati e legumi ( fagioli, lenticchie, ceci), seguita da un abbondante consumo di frutta fresca e verdure non amidacee. Importante  è anche evitare cibi salati, mentre per insaporire le pietanze, i medici consigliano di usare spezie varie e limoni non trattati. Purtroppo ancora oggi ci sono contadini che adoperano pesticidi molto pericolosi. Se ci teniamo alla nostra salute – hanno detto ancora i convenuti – molta attenzione deve essere fatta all’uso e abuso degli alcolici. Il vino, invece, va bevuto con moderazione vicino magari a pietanze non pericolose per la nostra salute come le carni bianche o il pesce, ricco di omega 3. Importante anche non ingerire bevande troppo calde.

Elio Guerriero

1 dicembre 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook