Atroce delitto a Torre del Greco: dipendente spara alla direttrice di un ufficio postale…

Alla base del folle gesto ci sarebbe la decisione della direttrice di trasferire l’uomo ad altra mansione.

Atroce delitto nell’ufficio postale di via Vittorio Veneto a Torre del Greco, comune della provincia di Napoli. Cristofaro Gaglione 53 anni, dipendente delle Poste ha ferito, gravemente con tre colpi di pistola, la direttrice postale Anna Iozzino di 54 anni. La  donna  ricoverata in un primo momento all’ospedale Maresca di Torre del Greco, è stata poi trasferita poche ore dopo all’ospedale Cardarelli di Napoli, dove è deceduta. L’uomo, invece, protagonista del folle gesto è stato in seguito arrestato  dalla polizia  sul lungomare della città in via Prota a bordo della sua auto. Alla base del tentato omicidio ci sarebbe la decisione della direttrice di trasferire il dipendente dall’ufficio finanziario al settore raccomandate.

Una decisione questa che sabato scorso avrebbe prodotto una forte discussione tra Gaglione e Iozzino e che ha poi spinto l’uomo ad entrare in azione in maniera spietata, impugnando l’arma e sparando alla donna, davanti  ad alcuni collleghi, Un primo colpo ha centrato la direttrice al fianco, gli altri due proiettili, sparati poco dopo hanno centrato la donna alla mandibola e di striscio al petto. Poi la pistola si è inceppata e Gaglione è fuggito. L’uomo, che è accusato di tentato omicidio premeditato aggravato, porto e detenzione abusive di armi clandestine ( a bordo della sua auto sono state trovate alcune armi) e ricettazione, non è nuovo a questi violenti gesti se si pensa che lo scorso anno aveva aggredito alcuni vigili urbani che gli stavano sequestrando la Vespa.

Marialuisa Serpico

L.R.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook