Napoli, studenti in piazza contro la riforma scuola e la Camorra

Napoli, studenti in piazza contro la riforma scuola e la Camorra
Foto tratta dall'Album " Gli studenti contro la "Buona Scuola."

Foto tratta dall'Album " Gli studenti contro la "Buona Scuola."
Foto tratta dall’Album ” Gli studenti contro la “Buona Scuola.”

Tornano gli studenti in piazza. Anche a Napoli, come in altre città d’Italia, una marea di giovani, intorno alle 10 mila unità, ha dato vita a due manifestazioni che hanno paralizzato le vie del centro cittadino. Il primo corteo è partito da piazza Garibaldi e ha raggiunto piazza Municipio. Il secondo invece ha preso avvio da piazza del Gesù e ha raggiunto il quartiere Sanità. Motivo della protesta la legge 107, la riforma della scuola del governo Renzi, ma anche la penalizzazione delle borse di studio riservate agli universitari. ” Siamo noi la buona scuola” hanno gridato i giovani che hanno sfilato per le strade della città con cartelloni, fumogeni e vernice rossa. Durante la manifestazione sono stati esplosi alcuni petardi, non ci sono stati incidenti. La manifestazione studentesca – ha detto Bruno, che ha ha partecipato al secondo corteo che ha raggiunto il quartiere Sanità- è anche l’occasione per combattere la malavita. La Camorra continua ad uccidere persone innocenti e tutto questo non lo vogliamo. Genny Cesarano ( il ragazzo 17enne ucciso a colpi di pistole nel rione) vive nei nostri cuori.

L. R. redazione Napoli

9 ottobre 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook