NapolI: blitz contro la Camorra: duro colpo al clan “Mallardo”

ARRESTATE 47 PERSONE. SEQUESTRATI BENI  PER SEI MILIONI DI EURO.

Maxi operazione  dei Ros e dei Carabinieri di Napoli che all’alba hanno eseguito 47 arresti nei confronti del gruppo camorristico “Mallardo,” che opera a Giugliano, piccolo comune che sorge nella zona nord – occidentale di Napoli, tra l’agro aversano e i Campi Flegrei. Oltre in Campania, i militari sono intervenuti  anche in  altre regioni: Calabria, Abbruzzo, Lazio, Emilia Romagna e Lombardia.

Tra il materiale sequestrato, dal valore complessivo di 3 milioni di euro, ci sono beni mobili ed immobili, uno yacht intestato a prestanomi, società e quote di un supermercato. Le indagini del Ros, iniziato tre anni fa, hanno permesso di distruggere in parte il clan  Mallardo che, dopo la cattura dei capi storici, i fratelli Giuseppe e Francesco Mallardo, si era riorganizzato, sotto la guida di  Raffaele Mallardo detto Leluccio Schicchirò e Francesco Napolitano, riuscendo a stringere perfino alleanze con i clan “Licciardi” di Secondigliano e  quello dei ” Bidognetti” di Casal di Principe, piccolo comune del Casertano. Scopo dei malavitosi era soprattutto quello di estorcere e gestire, in comunde accordo, proventi illleciti, in modo da ricompensare gli appartenenti dei tre clan, evitando qualsiasi colllaborazione con la giustizia. L’ accusa per tutti è quella di associazione di tipo mafioso all’estorsione e alla detenzione di armi da guerra.

A.R.

6 giugno 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook