Ora il riciclaggio può diventare… moda!

SFILATA DI  VESTITI REALIZZATI CON CARTA, PLASTICA E… PROFILATTICI  NELLO STORICO PALAZZO “ROCCELLA” DI NAPOLI.                            
                                  
Il riciclaggio può avvenire anche nel settore della moda. Ingegnoso e particolare il lavoro portato a termine dagli studenti di un istituto di moda di Napoli che sono riusciti a confezionare bellissimi e creativi capi d’abbigliamento, adoperando esclusivamente carta, plastica e addirittura profilattici scaduti.

I giovani si sono anche divertiti a creare, con materiale d’uso che di solito viene gettato via, deliziosi oggetti come braccialetti, collane e perfino cappelli. I lavori degli studenti, ben 40 vestiti, realizzati com materiale di “scarto,” sono stati presentati alla sfilata di moda che si è tenuta  nei saloni del Palazzo delle Arti “Pan” nel famoso e storico Palazzo “Roccella” di Napoli. Alla sfilata di moda, presente il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris. Il primo cittadino di Napoli, subito dopo aver speso parole d’elogio per i ragazzi, ha lanciato l’idea di una sede prestigiosa per  una scuola di moda e sartoria nel capoluogo campano, che potrebbe avere come luogo di esposizione l’albergo dei Poveri nella centrale piazza Carlo III o l’area dell’ex acciaieria di Bagnoli. Oltre ad un elegante vestito da sposa, realizzato usando i classici bicchieri bianchi  monouso, il pubblico ha potuto ammirare un vestito dark con minigonna composta con una vecchia camera d’aria, un costume messo su esclusivamente con mollette per il bucato, un camicione con decorazione formata da profilattici scaduti e tanti altri vestiti, come un abito da sera cucito con i teli di ombrelli rotti. Particolare  apprezzato dai presenti anche un abito regale realizzato con moltissimi bastoncini di plastica, quelli che di solito si usano per girare lo zucchero nel caffè.

Rubigi

30 maggio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook