Napoli: evadono 6 milioni di euro: denunciati due famosi cantanti neomelodici

Per eludere i controlli fiscali intestavano fittizziamente auto di grossa cilindrata a persone ultraottantenni, senza patente di guida, mentre guagagni e beni dell’attività artistica, con evasione d’ imposta, venivano intestate a terze persone, alcune delle quali erano all’oscuro dei fatti.

Nell’operazione denominata ” Canta Napoli,” ed eseguita dalla Guardia di Finanza di Napoli, denunciati due famosi cantanti neomelodici napoletani: Antonio  Ottaiano e Tommy Riccio, colpevoli di non aver presentato la dichiarazione dei redditi e occultato le scritture contabili sulla loro attività lavorativa. Uno dei due cantanti avrebbbe addirittra intestato alla madre avente oltre 80 anni un’ auto e una moto di grossa cilindrata. Durante le indagini svolte negli istituti di credito interessati, la polizia tributaria è riuscita a risalire con meticolosità a tutti i movimenti economici e finanziari dei due cantanti, divenuti famosi in Campania per aver tenuto spettacoli in tv locali e su quelle nazionali, concerti di piazza, spettacoli teatrali ed eventi folkoristici. La somma evasa ammonta a 6 milioni di euro.

Gigi Rubino

26 maggio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook