Napoli: quante proteste per il lavoro!

ALCUNI OPERAI IN SEGNO DI PROTESTA SI ARRAMPICANO SU DI UNA GRU IN PIAZZA MUNICIPIO.  LAVORATORI DI UNA  DISCIOLTA COOPERATIVA  SALGONO  INVECE FINO SOPRA IL VESUVIO E IN SEGNO DI PROTESTA PIANTANO LE TENDE.

Difendere il posto di lavoro, avere le dovute spettanze per i moltissimi lavoratori campani diventa sempre più difficile. Crescono così le proteste e i sit- in nelle piazze, in strada, ma anche in luoghi non comuni, pur di cercare di attirare l’attenzione dell’opinione pubblica, del Governo e delle Autorità locali. Le ultime proteste partono da piazza Municipio, dove tre lavoratori sono riusciti a raggiungere una gru posta nel cantiere della metropolitana, mentri altri hanno manifestato in via Verdi, davanti alla sede comunale.

La situazione ora è veramente difficile per tutti noi, quasi 150 persone, che vivono con un semplice stipendio. “Da quattro mesi non ci pagano. Come facciamo? Teniamo famiglie” – ci dice un operaio del mercato ortofrutticolo di Volla – che lotta a fianco dei suoi compagni che, si trovano in cima alla gru. Attualmente il mercato non presenta nessuna prospettiva di sviluppo. Non ci sono controlli e il caos, con migliaia di abusivi, regna sovrano.

Nel frattempo, proseguono le proteste dei sei ex dipendenti della disciolta cooperativa ” Vesuvio, Natura e Lavoro,” i quali hanno trascorso la terza notte  all’aperto, nel cratere del Vesuvio, nonostante le brutte condizioni meteolorogiche e la temperatura che specialmente in cima alla famosa montagna è bassissima. Andremo avanti – hanno fatto sapere  Vincenzo Marano, Salvatore Acunzo, Ciro Fusco, Antonio Lara, Paolo Fusco e Antonio Errichiello, i protagonisti di questa insolita protesta, i quali hanno allestito su una roccia, quasi all’imbocco del cratere, una tenda di fortuna. Motivo della protesta: la risoluzione della vertenza regionale che va avanti da quattro anni  dopo il fallimento della cooperativa e l’avvio della mobilità in deroga  per i lavoratori che fino al 2008 si è occupata dei servizi di pulizia  e manutenzione dei percorsi verdi all’interno del Parco Nazionale del Vesuvio.

G. R.

15 maggio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook