Napoli, sequestrate nel porto 10 tonnellate di cozze infette

Napoli, sequestrate nel porto 10 tonnellate di cozze infette

cozze-dsc01643Un campo marino utilizzato per l’acquacoltura clandestina delle cozze è stato scoperto dai Carabinieri del Nucleo Navale di Napoli nel porto di Napoli, al Molo sovraflutto, lato Viglienza. Nell’operazione, eseguita in collaborazione con gli ispettori dell’Asl 1 e i vigili del fuoco, sono state sequestrate ben 10 tonnellate di cozze  pericolose per la salute pubblica che una volta immesse sul mercato avrebbero fruttato una cifra superiore ai 50 euro. I filari dei mitili sono stati trainati a largo della costa dalla motovedetta dell’arma “803 Garofalo” e poi distrutte in acque profonde più di 50 metri. Durante il sequestro, gli ispettori dell’Usl hanno prelevato alcuni campioni di cozze per le opportune verifiche, anche perchè da tempo vige il divieto di acquacoltura lungo la fascia costiera napoletana e puteolana. Nel frattempo, sono partite le ricerche dei Carabinieri per identificare i responsabili.

 Redazione Napoli

22 maggio 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook