Mega villa confiscata al figlio del boss “Sandokan” a Casal di Principe

Un milione e duecentomila euro; questo è il valore della  villa confiscata e sgombrata dai Gico della Guardia di Finanza in collaborazione con il Genio militare, a Casal di Principe, paesino in provincia di Caserta, a Nicola Schiavone, figlio del boss dei “Casalesi” Francesco, noto con il nome di “Sandokan.” Nella lussuosa dimora, composta di due piani per circa 300 metri quadrati, c’era di tutto.

Particolare il parquet di olivo, le mailoche dipinte a mano, ma anche  le poltrone “soft” frau rosso fuoco e tante altre con lo stemma dedicato a Napoleone Bonaparte. Da apprezzare  anche la controsoffittatura dorata e numerose griffe dell’oggettistica di grande prestigio, Oltre il lussuoso arredo, nell’appartamento c’erano giocattoli, confezioni di acqua minerale, detersivi per bucato. Ricordiamo, comunque che l’immobile fu sequestrato lo scorso anno, quando venne arrestato il promogenito  della famiglia Schiavone.

G.R

5 maggio 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook