LUNA ROSSA: ora tutti parlerann’ e te

IL TEAM ITALIANO DI LUNA ROSSA, SI AGGIUDICA ALLA GRANDE, IL PRIMO POSTO DI FLOTTA NELLA CLASSIFICA DELLA REGATA VELICA DELLE WORLD SERIES  DI COPPA AMERICA, CONCLUSASI NEL GOLFO DI NAPOLI.

Luna Rossa chiude con il botto. L’imbarcazione, guidata dallo skipper Chris Draper si aggiudica il primo posto dell’ultima regata di flotta delle World Series di Coppa America di Napoli e conquista l’ambito trofeo, piazzandosi primo nella classifica generale. La giornata non è splendida.

Il sole spesso si nasconde dietro le nuvole, ma quello che più conta per il moltissimo pubblico presente sul lungomare, è che le gare si svolgeranno. La gente, comunque, spera questa volta che i capricci del sole di Napoli possano essere perlomeno cancellati dall’impresa di Luna Rossa nell’ultima e decisiva prova dell’ America’s Cup. La partenza del catamarano italiano Piranha, con a bordo i timonier Chris Draper e Francesco Bruni, coadiuvati dal quartetto  Francesco Bruni, Pierluigi De Felice,  Dave Carr e Nick Hutton, è splendido. La barca italiana, nonostante il poco vento, ( 7 / 8 nodi da sud ovest) riesce a tenere il comando delle operazioni, davanti al team cinese e agli avversari più ostici, cioè gli americani guidati da  Oracle Spithill che, in alcuni occasioni, ce l’hanno messa veramnete tutta per superare l’equipaggio di Luna Rossa, che ha  vinto alla grande, distanziando Oracle di 1’15” e Artemis di 1’49”. Deludono gli svedesi di Energy che si piazzano quarti a 2’29”. Quinti  i coreani a 6’00”. Ultimo posto per l’altra barca di Luna Rossa Swordfish, penalizzata durante la gara. “La sensazione è ottima. Devo ringraziare tutto il team per lo sforzo che ci ha messo in queste ultime settimane perchè è stata veramente dura, avendo dovuti iniziare in ritaro rispetto agli altri, abbbiamo dovuto bruciare le tappe. E’ fondamentale che il gruppo sia solido, forte e che sopratutto dia una grande impressione all’esterno – ha detto alla fine del trofeo lo skipper Max Sirena. ” Siamo soddisfatti oggi – aggiunge Patrizio Bertelli, patron di Luna Rossa –  ma dobbiamo tenere conto degli impegni che dobbiamo affrontare in tutto il percorso delle regate fino a San Fancisco. Napoli è una città fantastica, era prevedibile, perchè qui ci sono le condizioni e i posti per fare queste manifestazioni” – ha sottolineato Bertelli.

Nel Match race la vittoria è invece andata al team Artemis Racing che ha sconfitto Piranha di Luna Rossa. Nell’ AC 500 Speed Trial, gara sui 500 metri, ha vinto Oracle Racing Bundock.

Un numeroso pubblico presente intorno alla “Cassa Armonica” in Villa Comunale ha poi partecipato alla premiazione del team italiano. Cori da stadio, applausi sono andati soprattutto al team di Luna Rossa, guidato da Max Sirena che a termine della cerimonia di premiazione si è fermato volentieri con i suoi fans per farsi fotografare e firmare autografi.  Sul palco della manifestazione sono saliti anche il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, il presidente della provincia Cesaro e della Regione Caldoro e il sindaco di Venezia, Giorgio Orsoni che ha preso in consegna la coppa per portarla nella città lagunare, dove dal 12 al 20 maggio si disputeranno le regate della World Series. Poi tutti a casa, a ritmo di musica, con una vecchia canzone   napoletana ” Luna Rossa.”  

La classifica generale  di flotta è la seguente:

1)  Luna Rossa Piranha                       punti      92
2)  Oracle Spithill                                    ”           77
3)  Emirates Team New Zealand          ”          60
4)  Energy Team                                     ”          54
5)  Team  Korea                                      ”         49
6)   Luna Rossa Pescespada                ”         41
7)   Artemis                                              ”          40
8)   Oracle Bundock                                ”          37
9)   China Team                                      ”          15

servizio di Luigi Rubino

16 aprile 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook