Corteo a difesa di Bagnoli. ” Non al commissariamento, si alla vera bonifica”

Corteo a difesa di Bagnoli. ” Non al commissariamento, si alla vera bonifica”

An aerial view of the Naples' Bagnoli ar Napoli –“Fermiano lo sblocca Italia. Cacciamo il governo Renzi” E’ la scritta apparsa su uno striscione sventolato nel corso della protesta inscenata a Bagnoli da studenti, associazioni, comitati ambientalisti e dissocupati. I manifestanti, ( più di 100), raccogliendo l’appello del Laboratorio Politico “Iskra,” partiti dal quartiere flegreo,nonostante la pioggia, al grido di “Se Bagnoli sarà commissariata ogni giorno sarà una barricata” hanno raggiunto la sede comunale di via Verde dove, come da programma, si è tenuta una seduta monotematica sul futuro di Bagnoli. La Bagnoli che i cittadini vogliono – hanno spiegato alcuni manifestanti è quella “pulita,” sottratta alle speculazioni, ai privati, ai tecnocrati e costruttori di ormeggi. C’è bisogno della bonifica. “Chi ha inquinato deve pagare” – recita un cartellone portato avanti in corteo dai contestatori. “Non è possibile che a distanza di venti anni, c’è gente che ancora specula su un territorio che appartiene ai cittadini, alla gente comune” – sottolinea Rosario, da anni disoccupato. Una delegazione di 10 manifestanti ha poi seguito i lavori della seduta comunale su Bagnoli.

Redazione Napoli

16 marzo 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook