Sequestrate tre grandi discariche pericolose nel Casertano

I siti abusivi, per lo scarico di materiale altamente pericoloso per  la salute dei cittadini, sono state rilevate a Castevolturno, Succivo e Marcianise.

Tre discariche abusive sono state sequestrate dalla Guardia di Finanza su 13 ettari di terreno incolto, in tre comuni del Casertano: Castevolturno, Succivo Marcianise. 

Tra la montagna dei rifiuti, scaricati da tempo nell’ area pubblica ( oltre 2500 ) è stata accertata anche materiale altamente pericoloso per la salute dei cittadini, tra cui l’ eternit pure triturato ( 60 tonnellate),  Durante la scoperta, le fiamme gialle, grazie alla perlustrazione della zona, avvenuta anche con l’impiego di un  elicottero, hanno inoltre rinvenuto una grande quantità di materiale plastico, provenienti da cantieri edili, rifiuti medici ed ospedalieri e  scarti industriali  accastati tra la campagna, in prossimità di un grosso muro di recinzione e casolari abbandonati. A Castevolturno, i rifiuti, insieme a grosse quantità di amianto erano riusciti a creare un ulteriore pericolo, producendo quantità di pergolato che sfociava nel terreno circostante e nel fiume Agnena, a causa della rottura della vasca di contenimento, costruita recentemente.  Sull’ennesimo scempio ambietale, sono partite le indagini della Finanza, mentre le Autorità locali sono state invitate a prendere i giusti provvedimenti per il ripristino delle zone degradate dallo sversamento illegale dei rifiuti pericolosi.

L.R.

15 marzo 2012

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook