Sanità: arrestate a Caserta 24 persone per appalti truccati. Coinvolti politici, imprenditori e camorristi.

Sanità: arrestate a Caserta 24 persone per appalti truccati. Coinvolti politici, imprenditori e camorristi.

Caserta24arrestiperappaltitruccatialleAsl20150121_640Sono ben 24 le persone finite agli arresti stamane a Caserta, Napoli e Verona nell’ambito dell’inchiesta di appalti truccati e che riguardano l’azienda ospedaliera “Sant’Anna e San Sebastiano”, nella quale sono coinvolti, politici, imprenditori e camorristi, legati alla frazione Zagaria, gruppo malavitoso molto vicino all’altro e potente clan dei Casalesi. Degli arrestati 10 sono finiti in carcere, altri 14 ai domiciliari. Dalle indagini, eseguite dalla Procura di Napoli, in collaborazione con la Dia napoletana, durate più di due anni, è emersa una pervasiva e consolidata rete di connivenze e  collusioni tra il gruppo camorristico e personaggi noti e meno noti dell’imprenditoria campana e della politica. Fondamentale nel patto siglato tra gli organizzatori, il ruolo svolto da Elvira Zagaria, sorella del boss dei Casalesi, Michele, la quale gestiva negli ultimi anni, dopo la morte del marito Francesco Zagaria, il grande capitale illecito derivante dalle attività  delle imprese dei clan. Referente politico dell’operazione risulta Nicola Cosentino, ex sottosegretario all’Economia e Coordinatore del Pdl campano, che sette anni operava nell’ospedale di Caserta. Gli indagati dovranno ora rispondere di associazione per delinquere di tipo mafioso, corruzione, turbata libertà del procedimento di scelta del contraente ed abuso d’ufficio.

redazione Napoli

21 gennaio 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook