Botti di fine anno: in Campania 71 feriti. A Napoli crolla un andrione e un bimbo rischia di perdere un occhio

Botti di fine anno: in Campania 71 feriti. A Napoli crolla un andrione e un bimbo rischia di perdere un occhio

botti-fine-annoSi, è  vero quest’anno rispetto rispetto allo scorso anno forse si è sparato di meno, ma in Campania i feriti per il Capodanno ci sono stati ed alcuni anche in modo grave. Su tutto il territorio campano sono 71 il numero totale delle vittime dovute all’ignoranza e all’imprudenza di molte persone che purtroppo  non riescono ancora a festeggiare l’arrivo del nuovo anno in modo diverso e senza il rischio di mettere in pericolo  la propria vita e  quella degli altri. A Napoli, 46 persone sono finite in ospedale. Nel quartiere Barra, in via Protopisani al numero civico 110, un pacco contenente petardi è stato fatto esplodere all’interno di un palazzo, provocando il crollo dell’androne dell’edificio. Tre le persone ferite.  Lo stabile, in via precauzionale, è stato dichiarato inagibile.Sempre nel capoluogo campano, un bambino di 10 anni, ricoverato all’ospedale “Santobono” al Vomero, rischia di perdere un occhio. Il ragazzino, sottoposto subito ad un intervento chirurgico, è ora in prognosi riservata. L’incidente si è verificato nel quartiere Secondigliano, in via Barbiere di Siviglia, dove il piccolo sarebbe stato gravemente ferito, nei pressi della sua abitazione, da un botto esploso per strada. Un uomo di 59 anni, ricoverato all’ospedale San Giovanni Bosco, invece, è rimasto gravemente ustionato ad una mano, in seguito ad uno scoppio di un petardo finito in strada accidentalmente sul un mozzicone di sigaretta ancora acceso.

Feriti ci sono registrati anche a Salerno ( 13 persone ricoverate), a Caserta (9 ustionati) e Salerno ( 1 ) e a  Mignano Montelungo, piccolo comune del Casertano.

Luigi Rubino – redazione Napoli

1 gennaio 2015

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook