Arrestati a Caivano 17 camorristi, tra cui il boss Ciccarelli

Arrestati a Caivano 17 camorristi, tra cui il boss Ciccarelli

H8OUUJKK960-krCC-U10201985087756HRE-426x240@LaStampa.itAncora un’operazione anti crimine della Polizia nel parco Verde di Caivano. In un’operazione congiunta con la Questura di Roma, gli agenti del Commissariato di Afragola, diretti da Sergio Di Muro, su provvedimento emesso dalla Direzione  Distrettuale Antimafia, hanno fermato 17 persone; tutte dedite allo spaccio di droga ed armi. Nell’operazione condotta da ben 200 agenti, tra cui unità cinofili, reparti speciali con elicotteri, è  finito in manette anche il 43enne Antonio Ciccarelli, detto ” Tonino a munezza.” Il boss è stato arrestato nella sua abitazione, nel corso di un blitz alle prime luci dell’alba. Ciccarelli è ritenuto il capo del clan che opera da tempo nelle zone di Caivano, Cardito, Frattamaggiore e Frattaminore. Insieme al boss sono stati fermati anche altri 14 fiancheggiatori.  Dalle indagini è emerso che proprio il clan di Ciccarelli è stato protagonista in passato di numerosi delitti ed omicidi verificatisi tra i gruppi della malavita organizzata della periferia a nord di Napoli, tra cui quello di Modestino Pellino, avvenuto a Nettuno, in provincia di Roma nel luglio del 2012, nell’ambito di vendette tra bande rivali. Tutti gli  arrestati sono accusati di associazione finalizzata allo spaccio di stupefacenti, aggravata dalla avere agevolato un clan di camorra.

redazione Napoli

16 dicembre 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook