Carabiniere uccide accidentalmente rapinatore a Cardito, nel Napoletano. Ora è indagato.

Carabiniere uccide accidentalmente rapinatore a Cardito, nel Napoletano. Ora è indagato.

Avevano rubato una Renault  Clio a una coppia di ventenni a Casalnuovo, quando un rapitore, Antonio Mannalà, insieme a due  complici, giunto, in corso Italia, nel comune di Cardito, è stato ucciso da un colpo di pistola sparato da un Carabiniere. Tutto è successo appena dopo la mezzanotte, quando le grida del ragazzo, bloccato dal Carabiniere, sono state udite dagli abitanti del posto. Poi ha fatto seguito uno sparo. Secondo la ricostruzione dell’Arma il corpo sembra partito accidentalmente dalla pistola di ordinanza del militare, che ora è indagato. L’auto rubata è stata subito ritrovata  poco dopo grazie al sistema antifurto satellitare, mentre l’altro uomo che ha preso parte alla rapina, Domenico Gallo 25 anni, anch’egli di Afragola, è stato arrestato. Il terzo è ancora ricercato. Dalle prime indagini condotte dai Carabinieri, la vittima aveva già precedenti penali. Importanti per il proseguio delle indagini che saranno portate avanti dal procuratore di Napoli Nord, Francesco Greco e il sostituto Federico Bisceglia, potrebbero essere le immagini scattate da una telecamera a circuito chiuso in corso Italia. Mannalà, che avrebbe compiuto 27 anni il prossimo 7 agosto, era padre di tre figli.

redazione Napoli

31 luglio 2014

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook