Campania: Allarme trasporti: previsti tagli nel 2012

Nel 2012 la Campania vedrà ridursi ulteriormente del 39% gli investimenti nei trasporti pubblici.  A farsi sentire è l’avvocato Alfonso Cecere, presidente regionale dell’Asstra, Associazione delle società ed enti del trasporto pubblico locale: “Chiediamo altri fondi per il trasporto pubblico, altrimenti saranno inevitabili nuovi tagli ai servizi”. Per la regione sono previsti circa 174 milioni di euro, che verranno divisi successivamente  tra le cinque province.

La cifra si preannuncia troppo bassa per il sostenimento delle spese, per cui si chiederà al governo un rafforzamento del fondo.  Fino al 2011  la somma investita nei trasporti era di circa 286 milioni di euro; cifra che  era già stata dimezzata l’anno precedente. Le conseguenze? Non saranno certamente piacevoli anche perchè verranno ridotte le spese nei servizi. Tutto questo sarà necessario anche per evitare tagli netti sulle corse dei mezzi, tra cui i più a rischio sono le metropolitane e gli autobus di linea.

    ” L’assessore regionale Vetrella si è battuto come un leone in sede nazionale per non farci subire ulteriori tagli – precisa Cecere – e grazie a lui partiamo da una base di risorse che sembravano destinate a non esserci. Detto questo, come Asstra spingeremo per arricchire il fondo per il Tpl. I livelli di finanziamento del 2011 sono risultati già estremamente compressi. E’ indispensabile per il 2012 avvicinarsi quantomeno alla stessa soglia. Altrimenti sarà difficile non rivedere i servizi di collegamento. Da parte nostra, proseguiremo nel lavoro di contenimento dei costi.”  Se il fondo resterà invariato di 174 milioni, il comune di Napoli dovrà gestire complessivamente 40 milioni in meno rispetto lo  scorso anno. I tagli  colpiranno particolarmente le corse dell’Anm e di MetroNapoli, società che hanno messo a punto una rete di collegamenti fortemente complementare in modo da poter assicurare la copertura di tutto il territorio in meno corse possibili. La regione ha annunciato di voler ridistribuire il fondo in maniera diversa,come afferma l’assessore Vetrella: “Ho incontrato i responsabili dei trasporti di Province e Comuni capoluogo per discutere sull’organizzazione dei servizi di trasporto pubblico locale in Campania per il 2012 e, inoltre, ho presentato la bozza di delibera per i servizi minimi su gomma per l’anno prossimo che prevede l’importante novità di ripartire una quota, pari a circa il 5% delle risorse destinate agli enti locali, sulla base di un vero e proprio Patto di premialità a chi avrà dimostrato più efficienza e capacità di razionalizzazione.”

di Marialuisa Serpico

29 dicembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook