Mini condono off limits alla Regione Campania, ma la battaglia continua…

Il centro destra, vistosi sconfitto dalla Commissione Bilancio non ha però intenzione di tirarsi indietro. Chiaro, invece, il messaggio degli “ecologisti”:  “il condono è un attacco alla legalità”.

Sorpresa alla Regione Campania. Contro ogni previsione, la Commissione Bilancio ha respinto l’approvazione del mini condono edilizio proposto  dal’esponente del Pdl, Luciano Schifone e dal gruppo del Pd per le abitazioni abusive costruite prima del 2010, in base all’ ultima finanziaria proposta dal governo Berlusconi, che consente di aumentare la volumetrria fino al 35 per cento.

In merito ad una possibile approvazione del condono con un’ ulteriore ripresentazione in aula consiliare di questo emendamento da parte del gruppo del centro – destra alla Regione, le forze ecologiste: W.W.F, Lega Ambiente e Italia Nostra intendono dare battaglia. ” Se passasse questo emendamento – sottolineano i tre gruppi –  sarebbe un pessimo segnale, “uno schiaffo in pieno viso ai cittadini onesti”. Sulla stessa linea viaggia chiaramente il presidente della Commissione urbanistica, Carlo Iannello, il quale mette in guardia tutti sulle numerose sanatorie ed urbanistiche approvate nel passato, che rappresentano soltanto segnali di sottosviluppo. ” Nessun condono è accettabile. Basta con la favola dell’abusivismo di necessità” Queste sono, invece,  alcune dichiarazioni di Arturo Scotto, segretario Regionale SEL ( Sinistra Ecologia Libertà) Campania su un problema di grande rilevanza come l’abusivismo che va sempre combattuto nel rispetto dellla legalità.

di G.R.

27 dicembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook