Maxi sequestro di botti nel napoletano

Stamattina ennesimo maxi sequestro di botti di capodanno a Melito di Napoli: 13 mila cipolle e una bomba carta ad altissimo potenziale dal peso complessivo di 2,2 tonnellate, sequestrate dai carabinieri della compagnia  Napoli-Stella. Il materiale esplosivo,conservato in alcuni box auto posti a mo di una vera e propria fabbrica  clandestina, era destinato al commercio nei prossimi giorni.

Oltre ai botti, confiscati anche utensili e  materiali per la fabbricazione degli ordigni  nonché 600 chilogrammi di micce e inneschi e 120 chilogrammi di componenti chimici.  
Nella fabbrica, situata in pieno centro, si lavorava senza particolari precauzioni per  il maneggio e la detenzione del materiale esplosivo.  Sarebbe potuto accadere qualsiasi cosa , mettendo a rischio la popolazione nel raggio di circa 100 metri, se la polizia non fosse intervenuta in tempo con un’ equipe di artificieri antisabotaggio del Comando provinciale di Napoli.Di sicuro grazie a questo blitz gli incidenti saranno ridotti, la notte a cavallo tra il 31 dicembre e l’1 gennaio. A questo punto non resta che sperare che il nuovo anno non si apri con il consueto e spaventoso elenco di morti e feriti.

di Marialuisa Serpico

24 dicembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook