Napoli: allarme a Posillipo. Albero malato rischia di cadere. Bloccata la viabilità…

Napoli: allarme a Posillipo. Albero malato rischia di cadere. Bloccata la viabilità…

Traffico in tiltIMG_1313 nelle prime ore del mattino in via Posillipo, per l’allarme lanciato da alcuni cittadini che hanno segnalato alle autorità competenti un albero pericolante lungo il muro che cinge il famoso complesso monumentale del “Mausoleo degli Schilizzi”a pochi metri da piazza Salvatore di Giacomo. Immediatamente sono accorsi sul posto i vigili urbani che, guidati dal tenente Gaetano Frattini, hanno bloccato la circolazione, recintando tutta la carreggiata nei pressi dell’area interessata. I disagi sono stati avvertiti soprattutto dai numerosi bagnanti provenienti dal centro città che di solito nella stagione estiva affollano i lidi del litorale posillipino. L’unica linea di trasporto pubblico ( 140) che transita per via Posillipo, ha dovuto quindi cambiare itinerario, percorrendo  via Petrarca, lasciando a piedi, nei due versanti opposti, i residenti di Posillipo.

IMG_1311Sul posto oltre i vigili urbani soo intervenuti  i tecnici e gli operatori del Comune di Napoli della sezione Giardini e due squadre di Vigili del Fuoco che intorno all 12,00 muniti di una scala mobile hanno incominciato a tagliare i rami dell’albero pericolante; un pino marittimo alto circa 30 metri. L’operazione è stata completata intorno alle 15,00. Non è  prima volta che accade tutto questo – dicono alcuni abitanti della zona. Già lo scorso anno, era dicembre, un grosso albero, che fa parte del complesso del Mausoleo di Posillipo,  cadde sulla carrreggiata. Per fortuna non ci furono vittime. La mancanza di mantenzione, in questa quartiere va avanti da anni. “A volte si potano alberi fuori stagioni. Molti fusti secolari di quercie sono malati. A piazza Salvatore di Giacomo, a pochi metri da qui,  con la famosa carta adesiva rosso e bianca  si è chiuso gran parte della piazza, senza intervenire. La gente comunque, pur facendo la “gingana”  transita ancora, con il rischio che qualche ramo gli possa cadere in testa – ci dice Luca. Con un pò di attenzione si potrebbe evitare tutto ciò. C’è bisogno di maggiore manutenzione. Gli alberi, le piante, aggiunge Mario – sono un bene per tutti noi e devono vivere, ma noi abbiamo anche il diritto di avere servizi efficienti, anche per evitare possibili tragedie, come quella avvenuta a Firenze, dove  recentemente zia e nipotina sono state uccise da una caduta di un albero nelle “Parco delle Cascine.”

Luigi Rubino

29 giugno 2014 

 

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook