Coppa America non più a Bagnoli! Colmata inquinata

Nella prossima settimana si conoscerà la nuova area di destinazione dellla regata. Molto probabilmente, l’evento si disputerà nellle acque del lungomare di via Caracciolo.

Siamo allle solite. Tanto fumo e alla fine si rischia davvero l’arrosto. Le preregate della Coppa America programmate a Bagnoli non si disputeranno. Il motivo è semplice: la colmata di Bagnoli è inquinata. Lo ha deciso la  procura di Napoli, dopo la verifica dei suoli nell’area dell’ex Italsider.

La decisione quindi coincide con gli allarmi lanciati da molte associazioni ecologiste che si sono dimostrate sempre contrarie  di far svolgere  la manifestazione a Bagnoli,  ritenendo l’area in questione fortemente a rischio per la salute dei cittadini soprattutto per il livello di contaminazione delle acque, dove sono stati rilevati elementi  cancerogeni come gli IPA ( idrocarburi policiclici aromatici) e i Pcb molto superiori allla media. Si cerca ora di trovare la soluzione alternativa per non abbbandonare la grande “pietanza” che Richard  Worth, patron dell’America Cup, intende sfruttare a pieno nellla città partenopea. Non importa dove si faranno, ma le regate veliche devono essere fatto nel capoluogo campano, aveva detto il patron americano, alcuni giorni fa ad un noto quotidiano napoletano. Tutto comunque, sarà definito entro breve tempo, anche perchè l’evento potrebbe essere spostato in altra zona. Comune, Regione e Provincia e Unione Industriale sperano sempre che la manifestazione venga disputata allla fine a Bagnoli e quindi non tralasciano l’ipotesi di trasferire la seconda tappa dell’evento proprio nell’area flegrea in questione. L’alternativa, comunque, è solo per ora il lungomare di via Caracciolo, a pochi passi dellla Villa Comunale, fino a giungere all’area del Molosiglio. La decisione definitiva, comunque, verrà presa nei prossimi giorni. Non resta che aspettare quindi lunedi 12 dicembre.   

di Luigi Rubino

10 dicembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook