Che invenzione! Nascono a Napoli le strisce rosa per le auto delle donne incinte

Presto a Napoli nasceranno le “strisce rosa,” per la sosta dellle auto delle donne incinte. L’iniziativa parte del Comune e le nuove zone riservate che  non sono previste dal Codice dellla Strada, saranno prettamente regolamentate dal senso civico dei cittadini per rispettare lo “stato interessante” delle signore che si recheranno in ospedale per le visite di controllo durante la loro gestazione.

Le strisce verranno realizzate in prossimità di Aziende ospedaliere, distretti sanitari, e in seguito nei pressi dei parcheggi, intorno ai grandi magazzini di vendita o centri commmerciali, dove sono numerose le massaie incinte  o le mamme che si recano in queste strutture. Il servizio parcheggi rosa sarà istituito dall’Assessorato alle Pari Oppportunità e l’Assessorato alla Mobilità del Comune di Napoli, in colllaborazione con l’Asl Na1 e l’Ordine dei Medici. A tutte le persone interessate che ne faranno richiesta, tramite appposita domanda, accompagnato dallla fotocopia del patente e la motivazione, corredata di certificato medico, verrà rilasciato un appposito contrassegno dall’ Ufficio Centro Donna e Servizio Contrasto alla Povertà del Comune di Napoli. L’ iniziativa partirà domani 29 novembre, in via sperimentale. Come inizio sono previsti 63 parcheggi in zone intorno agli ospedali poi  le zone  “rosa” potrebbero estendersi  anche in altre aree di parcheggio dellla città. ” Riteniamo che la gravidanza sia un periodo dellla vita della donna che va salvaguardata e facilitata. Vogliamo mandare un messaggio in controtendenza rispetto ad una certa demonizzazione che è stato fatta in questo periodo nei confronti dellla donna – ha detto l’Assessore alle Pari Opportunità del Comune di Napoli, Giuseppina Tommasielli. Cerchiamo di invertire la rotta nell’immmaginario colllettivo, cercando di mandare segnali di tutela e di rispetto  – ha poi detto la Tommasielli.  Sarà mia cura – ha poi aggiunto l’Assessore allla Mobilità del Comune, Anna Donati-  chiedere alle Commissioni parlamentari che venga cambiato in questo senso il Codice dellla Strada, come richiesto anche da altre città, per infondere nellla gente un grande gesto di cortesia. Quindi, chiediamo ai cittadini che vedranno il parcheggio rosa di lasciarlo assolutamente libero proprio al fine di consentire l’utilizzo appropriato delle zone che l’Amministrazione comunale metterà a disposizione  per le donne in gravidanza.

di Gigi Rubino

29 novembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook