Duro colpo al clan dei “Bidognetti.” In galera 9 persone. Tra questi c’ è anche il Consigliere regionale campano Fabozzi

Importante colpo del nucleo Investigativo Carabinieri di Caserta, coordinata dalla Dda di Napoli, che all’alba ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 9 persone, ritenute responsabili a vario titolo di associazione camorristica, turbativa delle operazioni di voto mediante violenza e  minaccia, corruzione, estorsione, ricettazione e riciclaggio di denaro.

Tra gli arrestati spicca il nome dell’ ex sindaco di Villa Literno, (Caserta) Enrico Fabozzi, ora consigliere regionale della Campania.  Dalle indagini sarebbe emerso che l’esponente politico eletto nello scorso Maggio nelle liste del PD e autospesosi due mesi dopo, avrebbe partecipato, con il clan dei “Casalesi” e in maniera particolare con il gruppo dei Bidognetti, guidato dal super capo della famiglia Domenico, ad un patto stilato  al controllo e alla gestione degli appalti pubblici in cambio di appoggio elettorale, interessi personali economici ed elettorali.

Nella rete della giustizia sono finiti anche molti imprenditori nazionali di primo piano, accusati di concorso esterno nel clan guidato dall’altro esponente camorristico, Antonio Iovine, finito in carcere lo scorso anno, dopo una lunga latitanza. Nel corso dell’operazione, inoltre, la Guardia di Finanza ha sequestrato beni per un valore di 10 milioni di euro, società, dove venivano riempiegati i soldi del gruppo camorristico  e conti correnti di alcune indagati.  

15 novembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook