Smantellato dalla forze dell’Ordine di Caserta giro d’affari tra mafiosi e camorristi nel settore ortofrutticolo. Nove arresti

Un vasto giro di affari tra Camorra e Mafia, dalla Campania alla Sicilia nel settore del mercato della frutta, è stato smantellato dalle forze dell’Ordine di Caserta, in collaborazione con la Dia di Roma. Nove gli arrestati. Tra le ordinanze di custodia cautelare spiccano quelle indirizzate agli esponenti legati al potente gruppo mafioso di “Cosa Nostra”come Gaetano Riina, fratello del boss Salvatore e Nicola Schiavone, figlio di Francesco, esponente del clan camorristico campano dei “Casalesi”, entrambi già in carcere.

Secondo quanto è emerso dalle indagini, il clan dei Casalesi era abile in Campania a gestire un’agenzia ” la Paganese” per il trasporto dei prodotti ortofrutticoli in molte zone della Sicilia come Palermo, Catania, Trapani, Gela e Fondi, cittadina laziale, nei pressi di Latina. Tra gli esponenti fermati ci sono anche molti imprenditori siciliani. Nel corso delle indagini, la polizia ha inoltre scoperto nelle casse della frutta numerosi armi di alta potenzialità di stampo estero pronte per essere usate dalla malavita.

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook