Potenti armi dei “Casalesi” sequestrate dalla polizia in un’abitazione nel Casertano

Un piccolo, ma significativo arsenale è stato sequestrato dalle Forze dell’Ordine in un’abitazione di via Bembo, a San Cipriano d’Aversa, comune della provincia di Caserta.Tra le armi nascoste, dietro uno spazio vuoto ricavato in un muro, gli agenti hanno trovato vari tipi di armi, tutte molto potenti:  un fucile a pompa, calibro 12, un fucile mitragliatore perforante Breda, tre kalashnikov, alcuni proiettili e un attrezzo tre piedi che consente di appoggiare l’arma per poi sparare lontano. Il proprietario, Nicola Pagano di 42 anni, già con precedenti penali, è stato arrestato.

L’operazione  è avvenuta nel corso di perquisizioni per la cattura di alcuni latitanti, appartenenti al potente clan dei Casalesi e in particolare al gruppo comandato dal latitante Michele Zagaria.Gran parte del materiale, al momento del ritrovamento della polizia, era già sistemato in un borsone; un segnale questo che, secondo i sospetti degli agenti e dei pm della Dda, le armi, probabilmente, erano pronte per essere usate contro qualche magistrato non gradito dalla malavita organizzata.

12 novembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook