Napoli: parte il piano del Comune per il recupero dei cimiteri: Stanziati un milione e 500mila euro per forno crematorio

Dopo le truffe e il degrado scoperte nei cimiteri di Napoli, archittetate da anni dalla malavita organizzata, arrivano notizie confortanti per i napoletani. Un milione e mezzo, questa è la cifra stanziata dal Comune di Napoli, saranno destinate alle opere per la realizzazione del primo forno crematorio della città. Lavori sono anche previsti in molte strutture che sorgono in diversi punti della città, partendo da quello di Secondigliano, dove sembrano a buon punto i lavori per la costruzione di due appositi edifici con 3000 loculi.

Nei cimiteri di Barra, Soccavo e Pianura verrano realizzati 17mila loculi, più di 100 capelle e 3900 fosse. Nell’altre zone, specialmente in quella nord orientale della città, cioè nei quartieri di San Giovanni, Miano e Chiaiano, i cimiteri saranno ampliati con altri lavori che prevedono la creazione di 2000 fosse, ben 5200 loculi e 72 capelle.  La realizzazione  del primo forno crematorio – ha spiegato l’assessore ai cimiteri del Comune di Napoli, Bernardino Tuccillo,-  è  un’opera attesa da più di dieci anni che il Comune conta di consegnare entro la fine del prossimo anno, anche perchè questa realizzazione rappresenterebbe anche un’importante conquista sul piano civile.”

di L.R.

12 novembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook