Operazione ” Ultimo atto.” In manette 35 esponenti del famoso clan casertano dei “Casalesi” in tutta Italia

Una vasta operazione dei Carabinieri è stata eseguita la scorsa notte dal reparto territoriale di Aversa e dal comando provinciale di Caserta. In manette sono finiti  35 esponenti importanti del clan camorristico dei “Casalesi” facenti parte del gruppo Schiavone – Bidognetti. L’operazione denominata “Ultimo atto” ha visto impegnati circa 200 carabinieri ed elicotteri e ha interessato oltre la zona dell’Agro Aversano, anche la Calabria, anche altre regioni d’Italia. Controlli sono stati effettuati dai militari anche nel Lazio.

Il provvedimento è stato emesso dal Tribunale di Napoli su richiesta della Dda. Molti destinatati si trovano già in carcere. Tra gli arrestati c’è il figlio del boss Francesco Bidognetti, Giuseppe Setola e Alessandro Cirillo, ma anche esponenti residenti in Calabria e malavitosi dell’ Agro aversano, tra i quali spicca il  nome di Giacomo D’Aniello, nuovo leader incontrastato dopo l’arresto di due importanti figure come Lorenzo Ventre e Luigi Chianese. Le indagini  sono state possibili grazie ad alcuni colllaboratori di giustizia che hanno permesso agli inquirenti di ricostruire i movimenti illeciti sul territorio ed alcuni omicidi nella zona. Gli arrestati sono acusati di vari reati tra cui spiccano quello di associazione mafiosa, usura, estorsione, traffico di droga ed armi.

7 novembre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook