Lavoratori dell’Alenia protestano a Pomigliano. “No ai tagli occupazionali”

Si sono dati appuntamento a Pomigliano, alla rotonda “Alfa Romeo” per poi sfilare tutti insieme .Sono i lavoratori dell’ Alenia ( circa un migliaio), appartenenti ai  vari gruppi delle aziende sparse in molti comuni dell’area napoletana come Casoria, Nola, Napoli Capodichino e  naturalmente quelli di Pomigliano  che stamane hanno manifestato in corteo per le vie del piccolo centro per protestare contro i tagli occupazionali del piano industriale dell’azienda, che prevede la chiusura dello stabilimento di Casoria e il trasferimento della sede legale in provincia di Varese con il licenziamento annunciato di 1187 unità lavorative in tutta Italia, di cui ben 500 nell’area della regione Campania.

La manifestazione, organizzata dai gruppi sindacali della Fiom, Fim e Uilm  ha ragginto la sede del Comune di Pomigliano, dove una delegazione di lavoratori ha incontrato il sindaco Vincenzo Caprioli, il quale ha deciso di convocare un Consiglio comunale sul problema “Alenia” per sabato 5 novembre. Il 3 novembre, invece, a Roma i sindacati incontreranno i vertici dell’azienda per cercare di portare a soluzione la trattativa sul piano industriale che, secondo il piano presentato dall’Alenia, prevede la cigs ( cassa integrazione guadagni straordinari n.d.r.)  e la mobilità per una durata di nove anni.

 

di L.R.

 

31 ottobre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook