Protesta degli artigiani del Presepe: ” via S. Gregorio Armeno va riaperta subito… Fate presto! “

di Gigi Rubino

C’è fermento e preocupazione tra i numerosi artigiani di San Gregorio Armeno, dopo la chiusura di questa famosa strada del centro storico di Napoli,  nota in tutto il mondo soprattutto per le sue numerosissime botteghe dedicate all’arte del Presepe, avvenuta quindici giorni fa, a causa di enormi cadute di calcinacci dal palazzo dell’ex ” Banco del popolo. La nostra attività, con l’esposizione e la vendita di statuette che richiamano il Santo Natale proprio ora,  in un momento cruciale di vendita e maggiore afflusso turistico, rischia di bloccarsi – gridano i commercianti della zona.

Alcuni di loro, Gennaro e Maurizio hanno pertanto inscenato una manifestazione di protesta, incatenandosi in prossimità del cantiere. Le loro botteghe, situate in prossimità della zona dove sono previsti i lavori di messa in sicurezza, sono chiuse.” Le festività natalizie non sono tanto lontane. Qui, già a Novembre ogni anno abbiamo un grande afflusso di visitatori e turisti provenienti da tutto il mondo.  Molti sono inglesi, giapponesi, tedeschi, ma anche collezionisti italiani che comprano le nostre statuette di terracotta. Ora, invece, c’è il forte pericolo che i nostri affari vadano a monte – dicono altri commercianti della zona”. Sulle saracinesche dei negozi chiusi è esposto un avviso rivolto ai clienti e soprattutto ai graditi ospiti in lingua inglese ed in italiano, con il quale  i commercianti si scusano, vista l’assenza delle Istituzioni, per la chiusura della strada. ” Non chiediamo l’impossibile – dice il manifesto – ma solo la rapida conclusione dei lavori di messa in sicurezza del fabbricato in questione e la riapertura delle due arterie che costituiscono le uniche vie di fuga e di sicurezza per residenti e visitatori, l’immmediata autorizzazione di occupazioni del suolo pubblico per gli espositori improvvisati e per tutte le mostre esterne dei negozi e l”autorizzazione della riapertura delle botteghe che sono state chiuse per motivi di sicurezza, in seguito alla caduta degli intonaci del “Banco del Popolo.”

Si spera comunque che, entro venerdi, via S.Gregorio Armeno venga riaperta al traffico, anche perchè il prossimo 29 ottobre ci sarà l’importante appuntamento della fiera di Natale. Fatto curioso: ancora una volta non è mancata l’ironia e la fantasia dei napoletani, tanto che sul presepe di Michele Buonicontro è apparso addirittura il cantiere con un divieto di transito. Come dire? L’arte conferma la fantasia!

 







24 ottobre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook