Colpo grosso della Polizia: arrestato Caiazzo, pericoloso boss dei quartieri alti di Napoli

Ancora arresti in Campania e a Napoli in particolare. A finire in manette questa volta è Antonio Caiazzo 53 anni, pericoloso capo storico di un gruppo di camorristi operanti nei quartieri alti del Vomero e dell’Arenella. Il boss era ricercato da tempo dalla polizia, precisamente da Marzo 2011. Scarcerato per un vizio di forma, estradato dalla Spagna nel 2008, il boss era stato condannato in primo grado  a 26 anni di carcere per associazione per delinquere di stampo mafioso, estorsioni, traffico di droga e reati vari.

Caiazzo fa parte del lungo elenco dei 100 latitanti più pericolosi d’Italia. Gli agenti lo hanno scovato in un appartamento di Villaricca, comune a nord della provincia di Napoli, in compagnia di Antonio Pellecchia, 42 anni già noto alla Questura. L’ ordine di carcerazione è partita dalla Procura di Ascoli Piceno in seguito ad una condanna a 7 mesi di carcere per danneggiamento. Affiliato al clan Alfano nei primi anni del 1990, dopo aver creato un proprio clan, aveva iniziato anche la guerra ai suoi ex alleati, cioè gli Alfano, avendo la meglio sul territorio, collaborando negli ultimi anni con il gruppo malavitoso dei “Polverino.”



di Luigi Rubino


21 ottobre 2011

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook