Napoli: riaperta via Coroglio.Via il semaforo…

Napoli: riaperta via Coroglio.Via il semaforo…

Ripristinato il doppio senso di marcia, ora  il Comune deve  però intervenire per rimuovere vecchi cartelli di divieto installati circa cinque anni fa prima dell’inizio della discesa che da Posillipo conduce a Fuorigrotta.

napoliFinalmente, dopo cinque anni è stata riaperta nei due sensi di marcia via Coroglio, importante arteria che collega il quartiere Posillipo con Fuorigrotta. L’apertura della strada è stata decisa in seguito alla relazione positiva effettuata agli inizi di dicembre dai tecnici specializzati delle “Dolomiti Rocce” “Questo importante risultato è stato fortemente voluto dal sindaco De Magistris  ed è un tassello fondamentale di una serie di interventi sulle strade – ha detto l’Assessore  alle Infrastrutture e Lavori pubblici, Mario Calabrese. Altri interventi di viabilità sono previsti anche in altri punti della città, in via Orsolana ai Guantai e Corso Secondigliano – ha  poi detto l’assessore.

Il Comune ci ha fatto un grande regalo di Natale. Ora in pochi minuti sono a Fuorigrotta. I disagi spero che siano finiti – esclama  Antonio, che abita in prossimità della discesa Coroglio. Abbiamo sofferto tanto ed ora l’apertura della strada suona come una liberazione – aggiunge Carmine che ogni mattina con la sua auto percorre questo importante strada.” Non sembra vero, ma vedere riaperta la strada fa un certo effetto – aggiunge Maria Rosaria. “Per noi autisti dell’ANM ( azienda trasporto napoletana) e soprattutto per i cittadini, l’apertura totale di via Coroglio è un sospiro di sollievo, in quanto la strada non solo permette un veloce collegamento tra i quartieri Posillipo e Fuorigrotta, ma snellisce notevolmente il traffico del centro cittadino, quello sul versante opposto, da Mergelllina a Fuorigrotta e viceversa.  E poi…il nostro lavoro è meno stressante e il servizio pubblico funziona meglio, anche perchè l’azienda riesce meglio a coprire l’orario di partenze soprattutto della C1, che transita per questa strada. Inoltre, finito il lavoro, noi autisti in pochi minuti riusciamo a raggiungere da Posillipo il deposito dei bus di via Cavalleggeri. L’imbracatura anticaduta, fatta al costone con le reti e che delimita lateralmente la strada, sembra ben fatta.”  Nel frattempo all’inizio della strada, sul versante alto della collina di Posillipo, vecchi cartelli di divieto segnalano ancora l’interruzione della strada. Per completare opera migliore al Comune non resta che rimuoverli ed installare una segnaletica aggiornata per i cittadini e soprattutto per i turisti che arrivano in città.

di Luigi Rubino – redazione Napoli

12 dicembre 2013

Se ti è piaciuto questo articolo seguici su Twitter e Facebook